TORINO - 1

BOLOGNA - 0

TORINO (3-4-2-1): Sirigu 7; Izzo 6, Nkoulou 6.5, Djidji 6; De Silvestri 6, Meitè 5, Lukic 5.5, Ola Aina 5.5; Verdi 6.5 (16’ st Laxalt 6), Berenguer 7 (36’ st Edera sv); Belotti 6.5. In panchina: Bremer, Bonifazi, Millico, Ujkani, Rosati.

Allenatore: Mazzarri 6.5

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski 6; Tomiyasu 6, Danilo 6, Bani 5.5 (27’ st Skov Olsen 6), Mbaye 5.5; Poli 6 (36’ st Dominguez sv), Schouten 6; Orsolini 6.5 (32’ st Santander 6), Soriano 6, Sansone 5.5; Palacio 5. In panchina: Corbo, Paz, Svanberg, Dzemaili, Da Costa, Sarr.

Allenatore: Mihajlovic 6

ARBITRO: Piccinini di Forlì 6.5

RETE: 11’ pt Berenguer

NOTE: giornata serena; terreno di gioco in buone condizioni. Ammoniti: De Silvestri, Mazzarri (da bordo campo), Bani, Lukic, Sirigu, Santander, Nkoulou, Laxalt, Sansone. Angoli: 9-3 per il Bologna. Recupero: 2’; 5’

 

TORINO - Con una rete di Berenguer nel primo tempo, il Torino chiude la pratica Bologna e conquista la seconda vittoria consecutiva in campionato del 2020. Settimana super per Belotti e compagni: è la terza affermazione, compresa la Coppa Italia di giovedì e il successo di domenica scorsa all’Olimpico. Avvio di gara a tinta granata con gli uomini di Mazzarri che, dopo aver costretto gli avversari nella propria metà campo, all’11’ trovano la rete del vantaggio: Verdi serve in area Belotti; il ‘gallo’ veste i panni di rifinitore e s’inventa un assist perfetto al centro dell’area per Berenguer. Il centrocampista spagnolo controlla il pallone e batte Skorupski per l’1-0. Incassato lo svantaggio, il Bologna prova a scuotersi e, al 14’, Orsolini tenta l’affondo personale. L’esterno rossoblu salta Djidji, ma Sirigu è bravo a non lasciarsi sorprendere e a respingere il pallone con un intervento d’istinto che vale come un gol. Scampato il pericolo, il Toro si limita ad amministrare con successo la reazione dei bolognesi ma, al 39’, l’undici di Mazzarri sfiora la rete del doppio vantaggio.

Assolo improvviso di Verdi che, dal limite dell’area, si impossessa del pallone e calcia a rientrare verso la porta avversaria. Skorupski è battuto ma l’esterno granata non può esultare perché la sua conclusione s’infrange sul palo, chiudendo così la prima frazione di gara sull’1-0. Al ritorno in campo dagli spogliatoi, il Bologna prova subito a rendersi pericoloso e, dopo appena 3 minuti, Soriano crea scompiglio in area granata e crossa un pallone al centro per Poli che, ben posizionato, non trova la deviazione vincente e spedisce il pallone sul fondo. L’azione offensiva bolognese sale d’intensità e, all’8’, da calcio d’angolo, Sansone crossa per Palacio che di testa manda il pallone sul palo alla sinistra di Sirigu. In grande difficoltà, il Toro abbassa nettamente il proprio baricentro e il Bologna, padrone indiscusso dell’inizio della ripresa, al 12’, manca incredibilmente la rete del possibile pareggio: azione personale di Soriano che, approfittato di disimpegno della retroguardia avversaria, serve in area Palacio che, a tu per tu con Sirigu, sbaglia la più semplice delle occasioni e spedisce il pallone fuori.

I padroni di casa stentano a riorganizzarsi e gli uomini di Mihajlovic, al 27’, tornano a far paura alla squadra granata con Sansone che, dal limite, calcia a botta sicura ma Nkoulou è bravissimo a opporsi con il corpo e ribattere il pallone lontano. Dalla panchina, Mazzarri chiede ai suoi calciatori una reazione e, al 30’, Berenguer innesca Belotti in ripartenza. L’attaccante della nazionale si lancia in velocità in campo aperto, ma al momento della conclusione svirgola la conclusione e il pallone si spegne lontano dalla porta avversaria. Gli ultimi minuti della gara sono un vero e proprio assalto del Bologna al fortino difensivo eretto dal Torino, ma la squadra di Mazzarri, con l’ausilio di un Sirigu in stato di grazia, riesce a difendere il prezioso vantaggio e ad aggiudicarsi un’altra vittoria preziosa, che rilancia il Torino in classifica e nel morale.