SASSUOLO - 2

CAGLIARI - 2

SASSUOLO (4-2-3-1): Turati 6; Toljan 6.5, Marlon 6 (1’st Peluso 6), Romagna 6, Kyriakopoulos 6; Magnanelli 6, Locatelli 6; Berardi 6.5 (29’st Traore 6), Djuricic 7 (44’st Obiang sv), Boga 6.5; Caputo 6.5

In panchina: Ferrari, Muldur, Tripaldelli, Duncan, Bourabia, Mazzitelli, Raspadori, Russo, Pegolo

Allenatore: De Zerbi 6.5

CAGLIARI (4-3-1-2): Rafael 6; Cacciatore 6, Pisacane 6, Klavan 6, Pellegrini 5 (1’st Lykogiannis 6); Nandez 5.5 (33’st Ragatzu 7), Cigarini 5.5, Rog 5.5; Nainggolan 6; Joao Pedro 6.5, Simeone 5.5 (1’st Cerri 6)

In panchina: Pinna, Walukiewicz, Mattiello, Ionita, Faragò, Deiola, Oliva, Ciocci, Aresti

Allenatore: Maran 6

ARBITRO: Pairetto di Nichelino 6

RETI: 6’pt Berardi, 36’pt Djuricic; 6st Joao Pedro, 45st Ragatzu

NOTE: giornata nuvolosa, terreno in discrete condizioni. Al 20’st Berardi sbaglia un calcio di rigore. Ammoniti: Klavan, Berardi, Magnanelli, Pellegrini, Djuricic, Rog, Pisacane. Angoli: 8-4 per il Sassuolo. Recupero: 0’, 5

 

REGGIO EMILIA - Finisce 2-2 al ‘Mapei Stadium’ tra Sassuolo e Cagliari. Un tempo per parte, con i padroni di casa in vantaggio per 2-0 nei primi 45 minuti e ripresa all'insegna dei sardi, bravi a credere nella rimonta sino alla fine, con l’outsider Ragatzu protagonista inaspettato. Partenza aggressiva dei padroni di casa che, dopo appena 6 minuti, segnano la rete del vantaggio: azione personale di Djuricic che, superata la metà campo, serve sull’esterno Berardi. L’attaccante calabrese stoppa bene e, grazie a una una deviazione di Pisacane, non lascia scampo a Rafael per l’1-0. L’undici sardo non riesce a prendere le misure agli avversari e, al 15’, Locatelli si mette in proprio e dal limite dell’area scarica un destro potente ma il pallone, seppur di poco, finisce sul fondo. La squadra di Maran prova a scuotersi e, al 17’, Nainggolan chiama in causa dalla distanza Turati, bravo a eludere il tentativo del belga con una presa a terra.

Il ritmo della gara non conosce sosta e, al 30’, Caputo serve a rimorchio Djuricic che di prima intenzione calcia ma il pallone sfiora il palo. Un minuto dopo, il Cagliari prova interrompere il dominio della squadra di De Zerbi con Rog che, liberatosi della marcatura di Magnanelli, prova la conclusione da posizione defilata, ma l’ex Napoli non inquadra la porta e Turati può tirare un sospiro di sollievo. Scampato il pericolo, il Sassuolo riprende a macinare gioco e, al 36’, De Zerbi può esultare per la rete del 2-0. Berardi lancia sulla destra Toljan. Il laterale tedesco s’invola e crossa basso al centro per Djuricic che in corsa segna del doppio vantaggio, che chiude la prima frazione di gara. Al ritorno in campo dagli spogliatoi, il Cagliari sembra più determinato rispetto alla prima parte di gara e, al 6’, i sardi accorciano le distanze: in area emiliana, Peluso ribatte un pallone vagante, ma Joao Pedro è lesto ad approfittare della situazione e con un colpo di testa scavalca un Turati incolpevole.

Nonostante la rete incassata, il Sassuolo non perde la bussola e, al 18’, Pairetto fischia un calcio di rigore dopo un tocco di mano in area sarda di Lykogiannis. Il Cagliari protesta, ma dopo aver consultato il var Pairetto conferma la sua decisione. Dagli undici metri Berardi calcia forte, ma il pallone si stampa letteralmente sulla traversa. Alla ricerca della rete del pareggio, il Cagliari si riversa nella metà campo avversaria e, al 26’, Nainggolan riceve palla da Cerri e dal limite dell’area calcia forte ma il pallone finisce a lato. Gli ultimi minuti della partita sono un vero e proprio assalto della squadra sarda al fortino difensivo eretto dalla squadra di De Zerbi che, al 45’, è costretto a issare bandiera bianca: Peluso anticipa Cerri in area e il pallone finisce sui piedi di Ragatzu. Defilato sulla destra, l’attaccante sardo calcia basso sul primo palo e segna la rete del definitivo 2-2, che chiude l’ennesima rimonta della stagione della squadra di Maran.