UDINESE - 1

TORINO - 0

UDINESE (3-5-2): Musso 6; Opoku 6, Troost-Ekong 6, Samir 6; Ter Avest 5.5 (18’st Becao 6), Mandragora 6, Jajalo 6.5 (28’st Walace 6), De Paul 6, Sema 6.5; Okaka 6.5, Lasagna 5.5 (40’st Nestorovski sv). In panchina: De Maio, Sierralta, Nuytinck, Barak, Fofana, Pussetto, Teodorczyk, Perisan, Nícolas

Allenatore: Tudor 6 (squalificato, in panchina Gotti)

TORINO (3-5-2): Sirigu 7; Izzo 6, Nkoulou 6, Lyanco 6; Ansaldi 6, Baselli 6, Rincon 6, Lukic 5.5 (1’st Zaza 6), Laxalt 5.5 (39’st Millico sv); Belotti 5.5, Verdi 5 (15’st Falque 6). In panchina: Bonifazi, Bremer, Djidji, Aina, De Silvestri, Meité, Ujkani, Rosati

Allenatore: Mazzarri 5.5

ARBITRO: Abisso di Palermo 6

RETI: 42’pt Okaka

NOTE: pomeriggio soleggiato, terreno in buone condizioni. Ammoniti: Lukic, Jajalo, Laxalt, Izzo, Becao, Okaka. Angoli: 6-4 per l’Udinese. Recupero: 0’, 4’

 

UDINE – Con una rete del solito Okaka, l’Udinese vince col minimo sforzo: 1-0 il finale di gara, contro un Toro che è sembrato il fantasma della squadra ammirata a inizio campionato. Inizio tutto di marca bianconero con Sema che, dopo appena due minuti, da posizione centrale calcia di prima intenzione. Il pallone si stampa sul palo e finsce sui piedi di Okaka che a pochi metri dalla linea della porta calcia incredibilmente a lato. La squadra di Mazzarri soffre il piglio aggressivo dei padroni di casa che, al 13’, tornano a far paura a Sirigu: da fuori area, Jajalo si mette in proprio e di destro calcia forte verso lo specchio della porta granata, ma l’estremo difensore del Toro salva il risultato mandando il pallone in angolo. In grande difficoltà, il Torino prova a riorganizzarsi e al 17’ Lukic prova a spezzare il dominio bianconero con un fendente dalla distanza, ma Musso è attento e para senza problemi. La squadra di Tudor, oggi squalificato, non si scompone e continua imperterrita la ricerca del vantaggio e, al 38’, De Paul si mette in proprio e punta la porta palla al piede, ma giunto al limite dell’area calcia in modo poco convinto verso Sirigu, che non ha problemi a sventare il pericolo.

La pressione offensiva della squadra friulana non diminuisce e, al 42’, i tifosi della ‘Dacia Arena’ possono festeggiare il meritato vantaggio: dalla sinistra, Sema crossa per Mandragora che si inventa una sponda aerea per Okaka. L’attaccante non manca l’appuntamento col pallone e di testa insacca la rete dell’1-0. Al ritorno in campo dagli spogliatoi, il Torino prova a darsi una scossa e, al 2’, Baselli crossa al centro dell'area bianconera per Belotti. Il ‘Gallo’ si coordina e in rovesciata costringe Musso all’intervento d’istinto per evitare la rete. La ritrovata verve offensiva dell’undici granata costringe i bianconeri in fase difensiva che, al 12’, rischiano grosso. Azione insistita di Ansaldi, ne approfitta Zaza che in area bianconera calcia a rete. Il pallone è respinto col corpo da Ekong. L’attaccante granata chiede il calcio di rigore per un presunto fallo di mano del difensore avversario, ma Abisso non è dello stesso parere e lascia proseguire. Il Toro tenta il tutto per tutto riversandosi in area friulana. L’onda d’urto granata crea non pochi problemi ai padroni di casa che, al 41’, rischiano l’autorete: dalla trequarti, Falque calcia direttamente in porta. Sulla traiettoria del pallone si immola Ekong che, con la spalla, rischia l’autogol ma allo stesso tempo salva Musso dalla rete del possibile pareggio.

Il Toro non ci sta e prova in tutti i modi a riequilibrare il risultato ma gli sforzi della squadra granata si infrangono sulla linea difensiva dell’Udinese, che può così festeggiare una vittoria casalinga importantissima.