ROMA - 1

CAGLIARI - 1

ROMA (4-2-3-1): Pau Lopez 6; Spinazzola 6.5 (35’st Santon sv), Smalling 6, Mancini 5, Kolarov 6; Cristante 5, Diawara 6 (30’pt Antonucci 6.5 – 29’st Kalinic 6.5); Zaniolo 6.5, Veretout 6, Kluivert 6.5; Dzeko 6
In panchina: Jesus, Fazio, Pastore, Fuzato, Mirante
Allenatore: Fonseca 5.5

CAGLIARI (4-3-1-2): Olsen 6.5; Cacciatore 6, Pisacane 6.5, Ceppitelli 5, Pellegrini 6 (36’st Mattiello sv); Nandez 6, Cigarini 6, Rog 6; Nainggolan 6 (30’st Ionita 6); Joao Pedro 7, Simeone 5 (12’st Castro 6)
In panchina: Walukiewicz, Birsa, Oliva, Deiola, Ragatzu, Cerri, Aresti, Rafael
Allenatore: Maran 6

ARBITRO: Massa di Imperia 6.5

RETI: 26’pt Joao Pedro (rig), 31’pt Ceppitelli (aut)

NOTE: giornata soleggiata, terreno in buone condizioni. A fine gara espulso per proteste il tecnico Fonseca. Ammoniti: Ceppitelli, Cigarini, Simeone, Kolarov, Pellegrini. Angoli: 7-1. Recupero: 5’, 5’+5’

 

ROMA – Un punto ciascuno, un gol per il Cagliari, un’autorete per la Roma e nel finale fuoco e fiamme. Joao Pedro su rigore e Ceppitelli (autogol) firmano le reti della gara, ma il vero protagonista di giornata è sicuramente l’estremo sardo Olsen, ex di turno e autore di una prova superlativa. Grande rammarico per la squadra di Fonseca, padrona del campo e del gioco ma troppo poco concreta sotto porta. Nervoso, molto nervoso il tecnico giallorosso che, a partita finita, viene espulso per doppia ammonizione. Veementi le sue proteste, nei confronti dell’arbitro Massa che, proprio nel finale, ha annullato il gol di Kalinic per la spinta nei confronti di Pisacane, tra l’altro poi costretto a uscire in barella dal campo dopo lo scontro con Olsen. Espulso anche un componente dello staff tecnico giallorosso, sempre per proteste, molto più accese rispetto a quelle di Fonseca. L’inizio della gara non è esaltante e per assistere alla prima occasione da rete bisogna attendere l’8’: dalla destra, Kluivert serve Veretout che in area gira per Zaniolo. L’esterno giallorosso non ci pensa due volte e calcia di sinistro, ma Olsen è attento e sventa il pericolo.

Un minuto dopo, sugli sviluppi di un corner, dal limite dell’area Diawara calcia forte verso la porta e costringe Olsen all’intervento per evitare la rete. Il Cagliari sembra limitarsi ad assorbire la scarica offensiva messa in campo dall’undici di Fonseca ma, al 24’, gli ospiti lamentano un tocco di mani di Mancini in area. Massa, dopo aver controllato le immagini Var, decide di assegnare il calcio di rigore. Dagli undici metri si presenta Joao Pedro che, con un rasoterra preciso, batte Pau Lopez per il momentaneo 0-1. Al 30’ Diawara è costretto ad abbandonare il campo in barella (si teme un grave infortunio al ginocchio, al suo posto Antonucci). Metabolizzato lo svantaggio, la Roma non si lascia scoraggiare e al 31’ Fonseca può gioire per il gol dell’1-1. Dalla fascia destra, Kluivert accelera improvvisamente e crossa un pallone rasoterra al centro dell’area sarda. In ripiego, Ceppitelli prova ad anticipare Dzeko in scivolata, ma con la punta del piede spedisce il pallone in rete, per il più classico degli autogol. La seconda frazione di gara si apre con i padroni di casa subito propositivi. Al 2’, Kluivert si libera bene di Rog e serve Zaniolo che di prima intenzione conclude a rete, ma Olsen non si lascia sorprendere e salva il risultato mandando il pallone sopra la traversa.

La Roma alza vistosamente il ritmo e, al 9’, Zaniolo riceve un pallone in area e da ottima posizione calcia a rete. La mira del nazionale azzurro però non è delle migliori e il pallone, seppur di poco, finisce a lato. Preoccupato, dalla panchina Maran chiede ai suoi una reazione e al, 26’, Cacciatore prova a interrompere il dominio giallorosso con una staffilata dalla distanza, ma Smalling è sulla traiettoria del pallone e respinge con il corpo. La Roma non toglie il piede dall’acceleratore e, al 32’, da calcio di punizione, Kolarov trova la testa di Cristante con uno spiovente. L’ex centrocampista del Milan anticipa tutti e manda il pallone sul secondo palo non trova la porta. Al 38’, assist di Kolarov per Kalinic. L’ex Fiorentina viene anticipato e il pallone finisce sui piedi di Zaniolo che con la punta del piede calcia in porta, ma Olsen ancora una volta dice di no. Poco prima del triplice fischio la Roma trova la rete del vantaggio, al 44’, con Kalinic. Per terra restano Olsen e Pisacane, con il difensore sardo costretto a lasciare il campo in barella. Massa annulla giustamente la rete per un fallo commesso dall'attaccante croato su Pisacane. La Roma si riversa nella metà campo del Cagliari, ma gli uomini di Maran arginano bene gli assalti giallorossi e portano a casa un pareggio prezioso. Nel finale la protesta di Fonseca e l’espulsione.