TORINO – 0

NAPOLI – 0

TORINO (3-5-2): Sirigu 6; Izzo 6.5, Nkoulou 6.5, Lyanco 7; Laxalt 6, Baselli 6 (26’st Meité 5.5), Rincon 6, Lukic 6 (38’st Aina sv), Ansaldi 6; Verdi 5.5 (43’st Iago Falque sv), Belotti 6.5
In panchina: Ujkani, Rosati, Bonifazi, Berenguer, Millico, Djidji
Allenatore: Mazzarri 6

NAPOLI (4-4-2): Meret 7; Di Lorenzo 6.5, Manolas 6, Luperto 6, Hysaj 6 (34’st Ghoulam 6.5); Lozano 5.5 (16’st Callejon 6), Allan 7.5, Zielinski 6, Fabian Ruiz 6; Mertens 6.5, Insigne 5.5 (22’st Llorente 5.5)
In panchina: Ospina, Karnezis, Malcuit, Elmas, Younes, Tonelli, Gaetano, Milik
Allenatore: Ancelotti 6

ARBITRO: Doveri di Roma 7

NOTE: serata serena, terreno in buone condizioni. Ammoniti: Lukic, Lozano, Luperto. Angoli: 5-3 per il Napoli. Recupero: 4’; 4’

 

TORINO – Reti inviolate all’Olimpico tra Torino e Napoli. La squadra di Ancelotti perde l'occasione di conquistare i tre punti e di mettere pressione a Inter e Juventus impegnate a San Siro. Contro il Torino termina 0-0 e la formazione di Mazzarri riesce a reagire solo in parte alla sconfitta contro il Parma nel precedente turno di campionato. L’allenatore granata sceglie l’ex Verdi dal 1’ e la prima occasione è proprio per l'attaccante, autore di una conclusione sull’esterno della rete al 16’. Nel ballottaggio offensivo del Napoli ad avere la meglio sono Insigne, Lozano e Mertens, autore nel 2016 di quattro gol al Torino. E al 26’ l’attaccante belga sfiora la magia con un pallonetto dal vertice dell'area che sfiora il palo. Al 48’ c’è l'occasione più nitida della prima frazione di gioco: Ansaldi riconquista una palla dal limite dell’area e scaglia un mancino violentissimo che trova la risposta puntuale di Meret. Il Napoli ha vinto gli ultimi quattro incontri esterni di Serie A contro il Torino realizzando tredici reti ma nel corso del primo tempo a far da padrone sono i ritmi bassi e l’organizzazione impeccabile delle due difese.

Non cambia l’intensità nella ripresa ma al 50’ Rincon è subito pericoloso con un colpo di testa bloccato in due tempi da Meret. Direzione arbitrale impeccabile nel primo tempo per Doveri e l’ottima prova viene confermata anche nel secondo tempo con tre decisioni perfette in avvio di ripresa: al 50’ il direttore di gara annulla un gol a Belotti per fuorigioco. Successivamente nega correttamente due rigori al Torino prima per un contrasto tra Ghoulam e Izzo e poi per un inesistente tocco col braccio di Fabian Ruiz. Nonostante il secondo miglior attacco in Serie A, il Napoli fatica a costruire occasioni pericolose e Ancelotti decide di aumentare il peso dell’attacco con l’ingresso in campo di Llorente. E l’ex Tottenham è subito pericoloso ma impreciso con un colpo di testa a botta sicura da posizione favorevole. Nel finale di partita Mazzarri si gioca la carta Iago Falque, all’esordio stagionale e autore dell’ultima conclusione verso la porta difesa da Meret, bravo a bloccare senza problemi.