SASSUOLO 0

PARMA 0

SASSUOLO (4-3-3): Consigli 7.5; Lirola 6.5, Demiral 6.5, Ferrari 6, Peluso 6; Locatelli 6.5 (44’st Djuricic sv), Magnanelli 6, Bourabia 5 (14’st Sensi 6); Berardi 5.5, Matri 5 (28’st Babacar 6), Boga 6.5. In panchina: Sernicola, Rogerio, Magnani, Lemos, Duncan, Brignola, Di Francesco, Odgaard, Pegolo. Allenatore: De Zerbi 6.5.

PARMA (4-3-1-2): Sepe 7; Gazzola 6, Iacoponi 6, Gagliolo 6, Dimarco 6; Rigoni 6 (10’st Sprocati 5), Scozzarella 6, Barilla’ 6.5; Kucka 6; Siligardi 5 (1’st Gervinho 5), Ceravolo 5 (33’st Bastoni 6). In panchina: Gobbi, Stulac, Diakhate, Pepín, Kasa, Dezi, Gervinho, Schiappacasse, Frattali, Brazão. Allenatore: D’Aversa 6.

ARBITRO: Piccinini di Forlì 6.5.

NOTE: giornata piovosa, terreno in dicrete condizioni. Ammoniti: Matri, Scozzarella, Ferrari, Dimarco, Sensi. Angoli: 7-3 per il Sassuolo. Recupero: 6’; 3’.

 

REGGIO EMILIA - Non va oltre lo 0-0 il derby emiliano tra Sassuolo e Parma al ‘Mapei Stadium’ che a braccetto si dirigono omai verso una salvezza più che tranquilla. Tanto da recriminare per i padroni di casa, veri e propri protagonisti del match ma per nulla concreti in fase offensiva. Del tutto diverso il discorso per i ducali che, nonostante una gara poco esaltante, falliscono un calcio di rigore con Ceravolo nella prima frazione di gara.

Partenza folgorante dei padroni di casa che, dopo appena tre minuti, arrivano alla conclusione con Bourabia, ma il pallone viene respinto dal muro difensivo eretto da D’Aversa. Pochi secondi dopo, Ferrari prova il lancio lungo per Matri che di testa segna l’1-0. Piccinini assegna la rete, ma dopo aver consultato il Var annulla per fuorigioco dell’ex attaccante della Juventus. Sorpresi dall’avvio veemente degli avversari, il Parma arretra il proprio baricentro e, al 13’, il Sassuolo prova ad approfittarne con Boga da posizione defilata, ma Sepe è attento e blocca.

Il Sassuolo fa la partita e, al 30’, Lirola innesca Boga che, dalla sinistra, calcia forte col destro ma con Sepe battuto il pallone impatta con la traversa. Il Parma prova a scuotersi e a riorganizzarsi e, al 36’, Barillà viene atterrato in area da Bourabia. I parmensi protestano e Piccinini, solo dopo aver consultato le immagini del var, decide dei concedere il calcio di rigore ai ducali. Dagli undici metri Ceravolo sfida Consigli, ma l’attaccante del Parma si lascia ipnotizzare dall’estremo difensore avversario, che salva lo 0-0 che chiude la prima frazione di gara.

Al ritorno dagli spogliatoi, il Sassuolo impiega 4 minuti per tornare a far paura alla retroguardia avversaria: Demiral prova a servire al centro Peluso che di testa colpisce bene, ma Sepe si fa trovare pronto e salva la propria porta. In affanno, gli uomini di D’Aversa bloccano come possono la manovra offensiva dei padroni di casa che, solo un minuto dopo, si rendono di nuovo protagonisti con Berardi che da fuori area costringe Sepe agli straordinari. De Zerbi chiede a gran voce più pressione dalla panchina e, al 12', Ferrari ci prova di testa sul cross in area di Bourabia, ma il pallone è preda di un Sepe in stato di grazia.

Il Sassuolo non toglie il piede dall’acceleratore e, al 33’, Locatelli serve Sensi in profondità che dalla distanza con un destro rasoterra mette fuori causa Sepe, ma il pallone seppur di poco finisce fuori, chiudendo di fatto la gara sullo 0-0.